Seleziona una pagina

Le annotazioni rapide e simboli nel Bullet Journal

Il Bullet Journal è anche chiamato “agenda a punti“.

Difatti, una delle sue caratteristiche principali è impegni e note sono segnati con frasi molto brevi, contrassegnate da un semplice simbolo.

Esiste una simbologia standard per la compilazione del Bullet Journal, ma nulla ti vieta di inventare nuovi simboli in base alle tue necessità!

Solitamente i simboli utilizzati sono:

un puntino per i compiti che prevedono un’azione da portare a termine;

un pallino vuoto per gli eventi;

un trattino per le note.

La nostra giornata di oggi, quindi, ad esempio, potrebbe essere così:

MER 11/09

• telefonare dentista

• inviare relazione

– scegliere un regalo per Martina

○ 20.00 cena con Anna

– tavolo già prenotato

Man mano che passa la giornata:

  • barrare con una X i compiti svolti e gli eventi ormai passati;
  • barrare con un > i compiti migrati a un altro giorno;
  • barrare con un < i compiti programmati.

Qual è la differenza tra rimandato e programmato?

Esempio di compito migrato:

Mercoledì pomeriggio succede un imprevisto e la cena con Anna fissata per le ore 20.00 salta. Insieme a Anna decidiamo di spostarla al giorno successivo. Sopra il pallino vuoto che avevo segnato il giorno 11/09 metto allora il simbolo “migrato”:

> 20.00 cena con Anna

Esempio di compito programmato

Il giorno 11/09 mi appunto di ricordarmi di scegliere un regalo di compleanno per Martina. Durante il giorno stabilisco che andrò a comprarlo un giorno della settimana successiva. Sopra il trattino che avevo segnato il giorno 11/09 metto allora il simbolo “programmato”:

< scegliere regalo per Martina


Pin It on Pinterest